Che differenza c’è tra supply chain e logistica?

Le catene di approvvigionamento globali sono essenziali per il commercio mondiale e la logistica sottostante coinvolta nell’invio, nella ricezione, nello spostamento e nello stoccaggio delle merci è fondamentale per tale successo. Non sorprende che i termini “supply chain” e “logistica” si siano fusi e siano spesso confusi e usati come sinonimi tra loro.

Nonostante molti utilizzino le parole in modo intercambiabile, ci sono molte differenze importanti tra le funzioni, le capacità, gli input e gli output di ciascuno.

La differenza principale tra supply chain e logistica da fare è che le catene di approvvigionamento sono responsabili del rifornimento, della lavorazione e della consegna complessiva delle merci al cliente finale, mentre la logistica si concentra specificamente sullo spostamento e lo stoccaggio delle merci tra le diverse organizzazioni della catena.

Oggi spiegheremo dunque le principali differenze tra logistica e supply chain.

Logistica e supply chain: significato

La logistica è dunque una sottosezione della catena di approvvigionamento detta in inglese supply chain.

Il Council of Supply Chain Management Professionals afferma che la logistica è “parte del processo della catena di approvvigionamento che pianifica, implementa e controlla il flusso efficiente ed efficace e lo stoccaggio di beni, servizi e informazioni correlate tra il punto di origine e il punto di consumo al fine di soddisfare le esigenze del cliente.”

La differenza tra logistica e supply chain sta nel fatto che l’ultima è una parte distinta della catena di approvvigionamento ed è essenziale per la supply chain. Tuttavia, ogni operazione logistica è responsabile solo del suo blocco di approvvigionamento.

Logistica e supply chain management: piani, strumenti e controlli logistici

I fornitori di servizi logistici sono responsabili della loro parte della catena di approvvigionamento occupandosi di:

  • Pianificare come spostare le merci da un luogo all’altro, immagazzinare tali merci e produrre le informazioni e documenti corretti per un reporting e un’elaborazione efficienti
  • Implementare la movimentazione e lo stoccaggio delle merci utilizzando servizi di trasporto e organizzando lo stoccaggio a breve o lungo termine
  • Controllare come si muovono le merci, attraverso la gestione della flotta, il monitoraggio delle spedizioni, la tecnologia e la collaborazione con le organizzazioni partner
  • Aumentare il valore per i partner della supply chain

La logistica dunque sposta le merci da un luogo all’altro e deve avere sempre basa un trasporto e uno stoccaggio efficienti. I fornitori di logistica utilizzano una varietà di risorse sia nei trasporti terrestri, che aerei e marittimi per muovere le merci in modo rapido ed efficiente.

La logistica immagazzina inoltre le merci in modo provvisorio fino a quando non sono necessarie altrove conservandole fino a quando non saranno necessarie magari a causa della consegna al cliente finale.

Supply chain e tipi di organizzazioni logistiche

Per semplificare possiamo dire che se le merci vengono trasportate o immagazzinate, si tratta di un processo logistico. In breve, la logistica è una parte limitata e distinta di una rete di supply chain più ampia e collaborativa.

Esistono molti tipi di attività di logistica, tra cui:

  • Logistica interna: alcuni grossisti, dettaglianti e altre grandi organizzazioni possono avere una propria funzione logistica interna
  • Fornitori di servizi logistici (LSP): aziende che forniscono la gestione del flusso di merci e materiali tra i punti di origine e la destinazione finale. Il fornitore gestirà spesso le funzioni di spedizione, inventario, immagazzinamento, imballaggio e sicurezza per le spedizioni.
  • Logistica di terze parti (3PL): si tratta di fornitori di servizi logistici specializzati che offrono una serie di servizi a una vasta gamma di clienti, ad esempio merci per via aerea, ferroviaria o stradale, o strutture di trasporto e stoccaggio specializzate, come le celle frigorifere
  • Logistica inversa: queste organizzazioni sono specializzate nella restituzione di prodotti ai produttori, ad esempio i resi se sono difettosi o se il cliente non desidera l’articolo
  • Fornitori di magazzini: alcune aziende di logistica immagazzinano solo merci e non si occupano del trasporto
  • Spedizione tramite corriere: questi fornitori di servizi logistici consegnano i prodotti ai clienti finali e sono specializzati nelle consegne dell’”ultimo tratto”.

Quindi il processo della supply chain inizia quando un’azienda riceve un ordine per un prodotto o servizio e termina quando quel prodotto o servizio viene consegnato con successo al cliente finale.

Supply chain e logistica: le funzioni

La supply chain sovrintende e dirige la produzione, il trasporto e la consegna di beni e servizi dalla creazione alla destinazione finale.

La supply chain spesso controlla anche altri aspetti dell’ordine, dell’inventario e del processo della catena di approvvigionamento.

  • Promuove la collaborazione e le partnership: fornisce collegamenti e le modalità più rapide
  • Gestione dell’inventario: identificare quando lo stock di determinati prodotti sta diminuendo e organizzare l’approvvigionamento di nuovi articoli
  • Gestione degli ordini: si accorge se c’è un aumento degli ordini connettendosi a fornitori, produttori e altre organizzazioni nella catena
  • Tracciamento di ordini, beni e spedizioni: segue il flusso di ordini, merci e altri beni attraverso la catena di approvvigionamento globale
  • Visibilità: reportistica sul flusso di merci attraverso la catena di approvvigionamento
  • Risoluzione dei problemi: identificazione e risoluzione dei problemi con la velocità e la qualità del brand affidatario.

In definitiva, possedere una solida supply chain e degli ottimi trasporti significa avere un vantaggio competitivo fondamentale al giorno d’oggi.

Garantisci alla tua azienda il meglio e affida le materie prime o i tuoi prodotti finiti alla flotta degli Autotrasporti Fratelli Virdò.

Condividi questo articolo con i tuoi amici!