Per quante ore può guidare un camionista?

patente c camion

È universalmente riconosciuto che svolgere un servizio di autotrasporti impeccabile è innanzitutto una grande responsabilità verso il prossimo e un grande sacrificio.

Dato che si tratta di un lavoro di grande impegno  fisico e mentale, esistono delle regolamentazioni in merito alle ore di riposo in camion provenienti principalmente dall’Art.6 REG. (CE) n.561/2006 ma anche dall’ Art. 4 del Codice della Strada.

Si tratta difatti di un lavoro che non tutti possono svolgere, che richiede grande resistenza e attitudine, oltre che la massima attenzione e professionalità.

Oggi scopriamo il regolamento ore per chi guida il camion, quali attenzioni bisogna prestare per svolgere al meglio il proprio lavoro.

Il regolamento per chi guida il camion: il riposo

La prima regola che ogni camionista dovrà ottemperare è rispettare le ore di guida e l’alternanza con le ore di riposo. Cerchiamo di semplificare al massimo cosa recita la legge in merito:

  1. Ogni camionista potrà guidare sino a un massimo di 9 h giornaliere che possono essere prorogate a 10 solo per 2 volte ogni settimana.
  2. Ogni settimana il camionista potrà guidare per un massimo di 56 h
  3. Ovunque si rechi sarà obbligatorio interrompere per 45 min. ogni 4 ore e mezzo di guida circa. Minuti che potranno anche essere suddivisi e distribuiti nelle 4 h per almeno 15 minuti cad
  4. Se il camionista guida 10 ore quotidiane dovrà fare almeno 2 soste nell’arco della giornata a meno che non ci sia un suo sostituto alla guida in cabina.

Regolamento ore di guida camion: l’autista in Italia

Il tempo di guida per un automobilista al giorno non deve dunque superare le 9h, o le 10h solo per due volte a settimana.

In queste 9 ore ci dovranno sempre essere intervalli per mantenere alta l’attenzione.

L’impegno giornaliero non potrà superare però le 13/15 ore, e le restanti 9 ore dovranno tassativamente essere di ristoro per il guidatore.

Per semplificare: nella giornata costituita da 24 h almeno 11 ore saranno dedicate al riposo.

L’interruzione di guida cadenzata sarà di 45 min. ogni 4 ore e mezzo e si potrà anche suddividere in 15+30 min. a scelta.

Secondo quanto recita l’Art.8 (Com. 6-9) REG.(CE) n.561/2006 o l’Art.4. del Codice della Strada in merito al riposo: il lavoro settimanale deve essere al massimo di 60 ore contando anche il riposo e le interruzioni. Tuttavia esiste un parametro: la media del lavoro settimanale per  17 settimane, non può superare le 48 ore secondo la Direttiva Europea n.15/2002 (CE)

Oltre alle ore di guida camion, vi è anche l’obbligo di possedere la carta del conducente, con dischi analogici che traccino il tutto, la stampa del tachigrafo oppure un attestato cartaceo delle assenze con annotazioni manuali, da poter controllare all’occorrenza. Testo che sarà in possesso del conducente per 28 giorni.

Se cercate un servizio di autotrasporto rapido ed efficace per qualsiasi esigenza logistica aziendale richiedeteci un preventivo e saremo lieti di rispondervi subito.

Condividi questo articolo con i tuoi amici!