I trasporti eccezionali in Italia

I trasporti eccezionali in Italia riguardano il trasporto di quei beni che eccedono i limiti previsti in termini di massa o sagoma. Le regole della strada sono molto rigide, le dimensioni della merce sono importanti, soprattutto se trasportate a lungo su un determinato percorso.

Trasporti Virdò mette a disposizione un servizio per il trasporto di carichi superiori alle dimensioni previste, con degli specifici camion per trasporti eccezionali,  per poter eseguire il trasferimento a norma di legge sulle strade e autostrade Anas e non solo. 

Infatti, per i trasporti eccezionali su autostrade Anas, ma anche su strade Fvg o su strade del Veneto, per fare degli esempi, c’è bisogno di alcune autorizzazioni specifiche. Questo discorso vale per tutti i trasporti speciali su Autostrade per l’Italia.

Il trasporto di un carico eccezionale deve avvenire in totale sicurezza, è compito dell’autista assicurarsi, con professionalità, che vengano rispettate tutte le indicazioni e le regole in materia.

Bisogna valutare le dimensioni dell’oggetto da trasportare, il tempo a disposizione per la consegna e la destinazione finale, in modo da poter stabilire il percorso e il modo migliore per effettuare correttamente il trasporto.

Trasporti eccezionali e il codice della strada

I trasporti eccezionali in Italia sono regolati dall’articolo 10 del Codice della Strada, che fa una distinzione tra i “veicoli eccezionali” (art. 61 e 62) che superano le dimensioni limite di sagoma e massa, e il “trasporto in condizioni di eccezionalità”. 

In quest’ultimo caso ci si riferisce a quei carichi indivisibili che superano le dimensioni previste dal Codice della Strada, ma anche carichi che sporgono dal mezzo e oggetti eccezionali.

Tenendo conto del tipo di convoglio, delle sue dimensioni e dal tratto di strada da percorrere, bisogna avere una scorta tecnica per trasporti eccezionali che segnali la presenza del veicolo fuori sagoma.

Questo serve ad avvisare gli automobilisti sulla strada dell’arrivo del camion, in modo da potersi spostare per farlo passare senza correre rischi.

Nei trasporti eccezionali rientrano i carichi con dimensioni superiori a:

  • 4 metri di altezza
  • 16,50 metri di lunghezza per auto e trattori, 18,75 metri per i camion
  • 2,55 metri di larghezza o 2,60 nel caso di trasporti a temperatura controllata
  • 18-20 tonnellate per i veicoli isolati a due assi o 24-44 per i convogli articolati da 3 a 5 o più assi

Le regole per effettuare i trasporti eccezionali

Per il trasporto eccezionale su strade e autostrade occorre ottenere obbligatoriamente un’autorizzazione, questo permette di evitare sanzioni e di danneggiare la strada o diventare un pericoloso per gli altri mezzi in circolazione.

Per ottenere i permessi di trasporto eccezionale è preferibile rivolgersi a una ditta specializzata in trasporti, l’iter dura circa 15 giorni. Il documento ottenuto potrebbe anche riportare un percorso preciso da seguire o una lista di strade tra cui scegliere.

Dopo aver ottenuto l’autorizzazione per il trasporto eccezionale su autostrade e scelto il percorso da fare, è possibile procedere con il trasporto della merce.

Bisogna, però, tener conto anche degli orari, infatti, ci sono alcune strade in cui i camion per il trasporto eccezionale può spostarsi solo in determinati orari, più precisamente dopo mezzogiorno da sabato fino a lunedì.

Ci sono anche casi in cui viene chiesto al camion di eseguire il trasporto durante la notte, in particolare se il percorso da fare comprende strade cittadine oppure, con un elevato flusso di circolazione.

 

Altri articoli per

Condividi questo articolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin