Cos’è l’autotrasporto merci per conto terzi?

foto di autotrasporti merci conto terzi

Una delle attività principali legate al mondo dei trasporti, nonché il cuore dei SERVIZI  da noi offerti, è l’autotrasporto merci conto terzi. Per capire esattamente di cosa si tratta bisogna consultare la legge che lo disciplina: l’articolo 40 della Legge 298/74, che definisce il trasporto di merce per conto di terzi come “l’attività imprenditoriale per la prestazione di servizi di trasporto verso un determinato corrispettivo”. In altre parole si intende il servizio di chi professionalmente (e non quindi in maniera strumentale ad altre attività) trasferisca cose di persone terze, dietro il pagamento di una tariffa.

A differenza di chi trasporta cose per sé – utilizzando quindi mezzi propri per trasportare merci di sua proprietà, e come attività complementare o accessoria – chi si occupa di autotrasporto merci conto terzi è soggetto a norme e discipline particolari, a garanzia dei potenziali clienti. In primo luogo, per eseguire attività di questo tipo, è fondamentale essere in possesso della licenza di autotrasporto merci conto terzi.

La licenza per l’autotrasporto di merci conto terzi è una specifica autorizzazione a svolgere il servizio, rilasciata dal Ministero dei Trasporti. Per ottenerla è necessario in primo luogo essere iscritti nell’albo nazionale degli autotrasportatori, e ottenere un’apposita autorizzazione dagli uffici provinciali della Motorizzazione Civile. L’autorizzazione permette di svolgere il servizio di trasporto conto terzi in tutto il territorio nazionale, e deve essere concessa per ogni autoveicolo della flotta.
Per ottenere la licenza è necessario rispondere ad alcuni requisiti di legge:

Cosa bisogna fare per ottenere la licenza di autotrasporto merci conto terzi?

Affinchè venga rilasciata la licenza è necessario rispondere ad alcuni requisiti di legge:

1) Idoneità morale (o onorabilità)

Chi amministra o possiede l’impresa di trasporto conto terzi non deve avere particolari pendenze legali, specificate Articolo 41 della legge 06/06/1974, n. 298. Non deve ad esempio essere stato dichiarato delinquente abituale, non deve avere riportato con sentenza definitiva una o più condanne, per reato non colposo, a pena detentiva complessivamente superiore a due anni e sei mesi o aver subito in via definitiva l’applicazione di sanzioni amministrative, ad esempio per l’esercizio abusivo della professione, per la sospensione di cinque volte nel corso dell’ultimo quinquennio della patente di guida, ecc.

2) Idoneità professionale

È necessario dimostrarla frequentando specifici corsi di formazione tenuti da enti autorizzati o con il possesso del titolo professionale di gestore del trasporto, superando l’esame di abilitazione

3) Capacità finanziaria

La Capacità Finanziaria dell’impresa dev’essere pari a 9.000 euro per il primo veicolo e 5.000 euro per i veicoli successivi.

La normativa individua requisiti diversi in base al peso trasportato: per l’autotrasporto di merce conto terzi inferiore alle 1,5 tonnellate di peso è necessario il solo requisito di onorabilità; oltre le 1,5 tonnellate è indispensabile dimostrare anche i requisiti di idoneità professionale e di capacità finanziaria.

Le tariffe per l’autotrasporto merci conto terzi variano in base alla qualità dei servizi offerti e alla tipologia di trasporto. Se sei interessato, contattaci per trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze e affidare le tue merci in mani sicure, per trasportarle in Italia e in Europa.

Altri articoli per

Condividi questo articolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin